Subscribe Newsletter

captcha
Privacy e Termini d'uso

Link Previdenziali

Falcri nel Gruppo

UNITA’ SINDACALE E’ UNA SCELTA DI LIBERTA’

1. UNITA’ SINDACALE si ispira al pieno rispetto ed osservanza del metodo democratico in ogni sua espressione interna ed esterna, nella piena indipendenza da ogni raggruppamento a carattere partitico e promuovendo la solidarietà e la cooperazione fra tutte le lavoratrici, i lavoratori ed i Sindacati, sia in Italia, sia a livello europeo ed internazionale;

2. UNITA’ SINDACALE persegue l’obiettivo della stabilità occupazionale quale valore per la persona, la famiglia e la società, nella convinzione che la precarizzazione del lavoro sia fonte di pericolo sociale e comporti non trascurabili costi umani;

3. UNITA’ SINDACALE si impegna per restituire ai giovani prospettive e dignità, nella convinzione che proprio attraverso di loro sia possibile rilanciare il futuro del nostro Paese;

4. UNITA’ SINDACALE opera per il superamento di ogni discriminazione, con l’obiettivo di garantire parità di trattamento ed uguale dignità ad ogni diversità, riconoscendo a ciascuna lo stesso valore senza gerarchie o priorità;

5. UNITA’ SINDACALE promuove la responsabilità sociale dell’impresa ed i temi della sicurezza e della salute nei luoghi di lavoro con particolare attenzione ai soggetti in condizioni di svantaggio e disagio sociale;

6. UNITA’ SINDACALE ritiene che vadano perseguiti e tutelati tutti quei valori utili a garantire identità, ruolo e professionalità delle lavoratrici e dei lavoratori. Nel settore del credito la precarietà, gli eccessivi carichi di lavoro, l’annullamento delle figure professionali, la scarsa qualità e quantità dei percorsi formativi, le distorsioni introdotte dai sistemi incentivanti e dalle politiche di budget, le fusioni e le concentrazioni operate con motivazioni e risultati la cui positività per il sistema e per la stessa clientela non sono facilmente individuabili, lo scorporo ed il decentramento di lavorazioni proprie del settore, la cessione di rami d’azienda con interpretazioni forzate di leggi e regole poste a tutela della dignità delle lavoratrici e dei lavoratori coinvolti, sono tutti aspetti che certamente offuscano e sviliscono, fino ad annullarli, i valori enunciati;

7. UNITA’ SINDACALE è convinta che il profitto non possa e non debba prevalere sul diritto a lavorare in modo dignitoso, non possa e non debba consentire ritmi e carichi di lavoro intollerabili, continue pressioni su obiettivi e risultati, incessanti trasformazioni dei processi produttivi ed organizzativi con il conseguente disorientamento personale e professionale delle lavoratrici e dei lavoratori;

8. UNITA’ SINDACALE crede nei valori della “democrazia economica” per la sua rilevanza in termini di soggettività sociale e pertanto si adopera affinché l’impresa, e in particolare l’impresa bancaria, allarghi la propria governance ai rappresentanti degli stakeholders diversi dagli azionisti, a cominciare dai rappresentanti dei lavoratori, della clientela e del territorio. Le sedi di governo dell’impresa potranno in tal modo divenire effettivamente il momento di sintesi strategica delle istanze dei diversi portatori di interesse;

9. UNITA’ SINDACALE considera un impegno inderogabile assicurare al lavoro prestato una giusta, garantita e trasparente remunerazione;

10.UNITA’ SINDACALE è convinta che le risorse a disposizione del sistema bancario debbano essere canalizzate in processi produttivi capaci di produrre una “ricchezza” stabile e sostenibile nel medio - lungo periodo e che non siano più accettabili manovre di bilancio di breve respiro incapaci di rispondere alle istanze del Paese, dell’occupazione e del lavoro ed alle necessità di riequilibrare il reddito disponibile delle famiglie. In questo senso ritiene non più accettabili stipendi e premi dei vertici aziendali di importi che si ottengono moltiplicando per centinaia di volte lo stipendio delle lavoratrici e dei lavoratori. Non è più accettabile, inoltre, che una significativa massa salariale sia erogata in termini assolutamente discrezionali e secondo criteri di incentivazione assolutamente non valutabili dal Sindacato. Unità Sindacale ritiene che gli incrementi retributivi legati alla produttività debbano essere governati anche dal Sindacato affinché possano rispondere correttamente al valore del lavoro prodotto, in un’ottica di qualità della prestazione, anche in stretta correlazione con la qualità del rapporto con la clientela.

Non ci sono articoli in questa categoria. Se si visualizzano le sottocategorie, dovrebbero contenere degli articoli.

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili. Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information